Saman Abbas, ritrovati resti umani vicino al casolare di famiglia

Sarebbero stati ritrovati alcuni resti umani di Saman Abbas presso Novellara a qualche km dal casolare dove viveva la sua famiglia.

saman abbas resti umani
Saman Abbas (Instagram) YESLIFEMAGAZINE.IT

Sarebbero stati ritrovati alcuni resti umani di Saman Abbas, la diciottenne pakistana scomparsa la notte del 30 aprile 2021 dopo aver rifiutato un matrimonio combinato. La notizia è di qualche ora fa e riporta al casolare dove viveva la sua famiglia a Novellara a Reggio Emilia.

Una volta scattato l’allarme, i carabinieri del Ris avrebbero raggiunto la zona interessata per avviare degli accertamenti e capire se si tratti realmente della giovane Saman. Intanto, nei giorni scorsi il padre della vittima sarebbe stato arrestato in Pakistan.

Ti potrebbe interessare anche>>>Pietro Maso, omicida spietato dei suoi genitori. Oggi dice: “Mi mancano, ho bisogno di loro”

Saman Abbas, ritrovati i resti umani: i dettagli sul giallo

saman abbas ritrovati resti umani
Saman Abbas (Instagram)

Ti potrebbe interessare anche>>>Schianto mentre va al lavoro: muore contro un palo di cemento

È trascorso più di un anno da quando Saman Abbas è scomparsa senza lasciare alcuna traccia. Oggi sarebbero stati ritrovati dei resti in un capannone abbandonato proprio vicino al casolare dove viveva la famiglia. Si sono uniti nelle ricerche i carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Reggio Emilia e quelli della Compagnia di Guastalla, coordinati dalla procura diretta da Calogero Gaetano Paci per fare un sopralluogo venerdì sera 18 novembre.

L’area è stata bloccata ed i carabinieri con i Ris di Parma stanno portando avanti la procedura per il recupero dei resti. Sono arrivati sul posto anche i vigili del fuoco di Reggio Emilia.

Il caso di Saman

Era il 30 aprile 2021 quando i media annunciavano la scomparsa di Saman Abbas, ma secondo le indagini la diciottenne aveva già capito a febbraio cosa sarebbe potuto accadere da lì a qualche mese. La vittima avrebbe dovuto sposare un uomo che non le piaceva per volere della famiglia, il cosiddetto matrimonio combinato, ma sarebbe stata fidanzata con un altro ragazzo al quale avrebbe raccontato cosa stava succedendo.

carabinieri saman abbas
Carabinieri (Instagram) YESLIFEMAGAZINE.IT

Nella chat indicava al fidanzato la via dell’abitazione in cui viveva con la famiglia e dove sarebbe tornata il 20 aprile per prendere i suoi documenti e scappare, dopo aver soggiornato in una comunità protetta a Bologna. Inoltre, Saman avrebbe riportato il nome e la città pachistana del cugino che avrebbe dovuto sposare ma che si era rifiutata di farlo. Il caso dopo un anno e mezzo si riapre e la verità è sempre più vicina.

Impostazioni privacy