Pomeriggio Cinque, la morte della grande attrice: “Abbiamo fatto il massimo, purtroppo non è bastato”

“Pomeriggio Cinque”, Barbara D’Urso apprende la verità sulla morte della grande attrice: “Abbiamo fatto il massimo, purtroppo non è bastato”

Hanno fatto parecchio scalpore le recenti dichiarazioni che Javier Rigau ha rilasciato ai microfoni di “Mattino Cinque”. L’imprenditore spagnolo, che continua a sostenere di essere il marito di Gina Lollobrigida, ha affermato di averla incontrata pochi giorni prima della sua dipartita.

Pomeriggio Cinque 26 gennaio
Pomeriggio Cinque (Mediaset Infinity) – YeslifeMagazine.it

Rigau ha descritto una Gina tutt’altro che adirata nei suoi confronti, e che addirittura, nel riconoscerlo, gli avrebbe rivolto un “grande sorriso“. In merito alle condizioni in cui l’attrice versava nelle sue ultime ore in clinica, l’imprenditore non ci è andato affatto leggero con le sue osservazioni: “È arrivata in ospedale denutrita, la colpa è di Andrea Piazzolla“.

Dichiarazioni fortissime, quelle di Rigau, che stanno rimbalzando su tutti i giornali e che Barbara D’Urso, ovviamente, non poteva esimersi dal commentare durante la diretta di “Pomeriggio Cinque”. Il cardiologo di Gina Lollobrigida, ospite della trasmissione, non ha mancato di reagire con stizza alle insinuazioni dell’imprenditore. A stroncare la vita dell’attrice, come spiegato dall’esperto, sarebbero stati problemi di tutt’altra natura.

Pomeriggio Cinque, parla il cardiologo di Gina Lollobrigida: la reale causa della morte

Gina Lollobrigida denutrita e tenuta in pessime condizioni per volere di Andrea Piazzolla? Niente affatto, come puntualizzato con veemenza da Francesco Ruggiero, il cardiologo dell’attrice, che a “Pomeriggio Cinque” è parso letteralmente avere il dente avvelenato nei confronti di Rigau.

Pomeriggio Cinque diretta
Lo studio di Pomeriggio Cinque (Mediaset Infinity) – YeslifeMagazine.it

Su invito di Barbara D’Urso, il medico ha fatto chiarezza su quelle che sarebbero state le reali cause della morte della “Lollo”, e sulle cure tempestive che il suo staff medico ha sempre saputo prestarle, pur trovandosi ad operare nella casa dell’attrice. “Abbiamo fatto il massimo con l’assistenza medica che si può garantire a casa” – ha puntualizzato Ruggiero, con un tono di voce che non ammetteva repliche – “Quando la situazione è apparsa critica l’abbiamo trasferita in ospedale. Purtroppo non è bastato“.

La “Lollo”, come aggiunto dal cardiologo, non era affatto denutrita come lascerebbero credere le parole di Rigau. All’opposto, il peggioramento repentino delle sue condizioni di salute sarebbe stato determinato unicamente dall’età. Nonostante l’attrice godesse di una salute di ferro, il sopraggiungere di alcuni acciacchi si sarebbe rivelato fatale per lei. “A 95 anni, purtroppo, con un piccolo disequilibrio non si sopravvive” ha concluso Ruggiero, non mancando di scoccare una frecciatina velenosissima a Rigau.

Gina Lollobrigida cause morte
Gina Lollobrigida (Ansa) – YeslifeMagazine.it

Vorrei sapere in quale università si è laureato per dare pareri medici” ha tuonato il cardiologo, incapace di accettare le pesantissime insinuazioni dell’imprenditore spagnolo. Gli opinionisti di “Pomeriggio Cinque”, ovviamente, si sono schierati dalla parte del medico senza pensarci due volte.

Impostazioni privacy