Sicurezza informatica, c’è una password usata da tutti: è debolissima, corri ai ripari

Password usata da tutti, sai qual è? Devi cambiarla subito se non vuoi correre il rischio di perdere tutti i tuoi dati online

Password debole
Password (Canva) – YESLIFEMAGAZINE.IT

Preservare la sicurezza informatica oggi è essenziale per chi ha una identità sul web. Gli attacchi informatici che violano la privacy ma rubano anche tanti dati personali sono all’ordine del giorno. Ecco allora che serve proteggersi il più possibile. Come? Attraverso una giusta password che è il primo e importante step per fermare gli accessi indesiderati ai propri dati.

Spesso però quando è necessario creare le password ai profili web, che siano social, di e-mail, di accessi ad archivi, si presta poca attenzione e si inseriscono delle sequenze che non sono affatto forti e inattaccabili dal punto di vista della sicurezza. Un’indagine, infatti, ha dimostrato che c’è una password che usano tutti ed è debolissima. Ti sveliamo qual è così che tu possa correre quanto prima ai ripari e cambiarla.

Password usata da tutti: qual è e perché cambiarla

Password comune sbagliato
Inserire Password (Canva) – YESLIFEMAGAZINE.IT

NordPass, un sistema di gestione delle password, ha realizzato uno studio riferito ai comportamenti degli utenti nel corso del 2022 per la scelta delle password. È emerso che c’è una certa ricorrenza, a livello mondiale potremmo dire, nella scelta della chiave segreta di accesso ai profili online.

Cambiano le abitudini e le latitudini ma c’è una password che piace a tutti e che dunque ricorre in modo incredibile. Proprio per questo è molto debole e dunque facilmente aggirabile dagli hacker che in ogni momento cercano di rubare dati ed identità. In Italia come anche in Giappone, Francia e Colombia, la maggior parte degli utenti ama la sequenza numerica: “123456″ che scelgono come password.

Segue anche “123456789” e “guest” e “!qwerty”. In tutti i casi si tratta di password che possono essere criptate in pochissimo tempo. Gli avvertimenti sulla scelta della password sono continui: è importante che ognuna di esse sia unica, composta da una sequenza di numeri, lettere, maiuscole e minuscole e simboli, facendo in modo che non siano parole né brevi e né facili.

Nonostante questo, pare che alcune abitudini siano difficili da mettere da parte. Alla luce di questi dati, però, il consiglio è quello di porre rimedio se la password che hai scelto è tra queste più usate o è molto semplice e di uso comune. Fallo ora che sei ancora in tempo e proteggi i tuoi dati.

Impostazioni privacy