Vittoria Puccini e il problema da adolescente: “… Ne soffrivo”

Vittoria Puccini si è lasciata andare a una confessione drammatica, riguardante un incubo vissuto durante il periodo dell’adolescenza.

Occhioni verdi, tripudio di lentiggini, fisico da dea, talento innato per la recitazione. Vittoria Puccini è tra le attrici italiane più amate in assoluto, adorata sia per il suo fascino etereo, sia per i suoi tanti film di successo.

Vittoria Puccini: la confessione
Vittoria Puccini – Facebook – Yeslifemagazine.it

Nata 41 anni fa a Firenze, nel tempo prende parte a molte pellicole nonché a svariate fiction. Dopo gli studi classici, si iscrive a Giurisprudenza, portando avanti in parallelo il lavoro da modella e attrice, iniziando a muovere i primi passi sul piccolo schermo.

A decretare l’apice del suo successo il ruolo da protagonista in “Elisa di Rivombrosa”. È sul set della serie di successo che conosce il collega Alessandro Preziosi, con cui intreccia una lunga storia da cui nasce la sua prima figlia Elena. Dopo anni i due si lasciano e l’attrice ritrova il sorriso al fianco dell’assistente alla fotografia, Fabrizio Lucci.

Il percorso della Puccini è stato un susseguirsi di successi, ma non è esente da alti e bassi. In merito al suo passato l’attrice fiorentina ha svelato un pesante problema con cui ha dovuto fare i conti per diverso tempo, soffrendo molto durante gli anni dell’adolescenza. Ancora oggi questa cosa si fa sentire forte nella sua vita, ma crescendo la sa affrontare diversamente.

Vittoria Puccini: forte sofferenza per quel problema

Oggi attrice dalla grande fama, le cose non sono sempre state semplici per Vittoria Puccini. In particolare l’attrice ha confessato come in adolescenza un elemento del suo corpo l’abbia fatta sentire a disagio.

Vittoria Puccini: la confessione drammatica
Vittoria Puccini – Facebook – Yeslifemagazine.it

Da giovanissima sente forte il peso per il fatto di avere poco seno, portandola a vergognarsi molto. Da reggiseni imbottiti, al cotone, mette in campo di tutto pur di farlo apparire più grande.

Ma crescendo, Vittoria supera questo complesso e anzi oggi va orgogliosa del suo corpo in ogni suo aspetto. Anche il seno piccolo non è più un problema per lei.

Molti nel tempo le domandano come mai non lo voglia aumentarlo di una taglia, rivolgendosi al chirurgo come molte sue colleghe. Per l’attrice si tratta di una richiesta folle in quanto non vorrebbe mai avere parti del corpo uguali alle altre. La cosa non le va assolutamente: per lei la sua unicità è da tutelare per evitare di rinchiudersi nella gabbia di canoni estetici preconfezionati, imposti da una società improntata su una perfezione illusoria, fatta di corpi finti frutto della chirurgia e dei filtri imperanti sui social.

Impostazioni privacy