Matteo Messina Denaro, Valanga Courmayeur: VIDEO nel TG di Yeslifemagazine.it

Le principali notizie del TG di Yeslife per rimanere sempre aggiornati su quello che accade in Italia e nel mondo.

Matteo Messina Denaro suicidio
Matteo Messina Denaro (ansa foto) YESLIFEMAGAZINE.IT

Non è di tumore che Matteo Messina Denaro vorrebbe morire, ma di suicidio.

E’ questa l’uscita di scena che il boss, in una lettera scritta alla sorella Rosetta quando era ancora latitante e pubblicata dal quotidiano Repubblica, ha confidato di desiderare per se stesso.

«Non morirò di cancro, appena non ce la faccio più mi ucciderò a casa e mi troverai tu. Ti dirò quando arriverà il momento», scriveva Messina Denaro, cosciente dell’aggravarsi del suo stato di salute.

Nonostante avvertisse la morte sempre più vicina, il boss di Campobello non ha mai avuto intenzione di arrendersi allo Stato: meglio farla finita di propria spontanea volontà, piuttosto che consegnarsi alla giustizia dopo trent’anni di latitanza ma i militari del Ros gli hanno fatto saltare i piani, lo scorso 16 gennaio con il mandato di arresto consegnatogli nella clinica La Maddalena di Palermo, in cui era in cura.

Il pizzino è stato scritto a maggio dell’anno scorso ed è stato ritrovato per caso nella gamba della sedia in casa della sorella.

Valanga Courmayeur: le vittime

Valanga Courmayeur: le vittime
Valanga Courmayeur (ansa foto) YESLIFEMAGAZINE.IT

È stato recuperato anche il corpo della seconda ragazza che ieri, 19 marzo, è stata travolta da una valanga nel canale degli Spagnoli, sopra Courmayeur in Valle d’Aosta.

Le operazioni di ricerca erano state sospese ieri, dopo il ritrovamento della prima vittima, a causa delle condizioni della zona che non permettevano di operare in sicurezza.

A dare l’allarme, intorno alle ore 13 di ieri, erano stati gli altri due componenti del gruppo di sciatori, rimasti illesi.

Le vittime sono due ragazze svedesi, che facevano parte di un gruppo di quattro persone, due ragazzi e due ragazze, tutti tra i 21 e i 25 anni: le due giovani sono state travolte dalla valanga che le ha trascinate per decine e decine di metri sotto gli occhi dei due amici, rimasti invece illesi.

La salma della seconda vittima è stata portata a Courmayeur per procedere con le operazioni di riconoscimento.

GUARDA IL VIDEO:

Impostazioni privacy