Ortona, tragico incidente sul lavoro: le terribili conseguenze

Un terribile incidente in un porto ha scatenato delle terribili conseguenze durante una giornata normale di lavoro: un operaio è stato colpito da un gancio ed è finito in mare

Incidente operaio in un porto
Incidente (Facebook) YESLIFEMAGAZINE.IT

A Ortona, in provincia di Chieti, è avvenuto un terribile incidente che ha scatenato delle tragiche conseguenze. Infatti un operaio di 41 anni di nazionalità filippina ha perso la vita nella area portuale per via di gravissime lesioni che ha riportato dopo essere stato scaraventato in male dal gancio metallico di una gru. L’uomo stava lavorando sul pontone della Micoperi, quando improvvisamente è stato colpito alla testa da un gancio. Alla fine, è stato proprio il colpo alla testa ad avergli impedito di nuotare e cercare di salvarsi. Una terribile tragedia che ha lasciato scioccati tutti, in modo particolare i suoi colleghi che erano lì a lavorare con lui.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Cesena, terribile incidente: è morto un bambino

Incidente in un porto: muore tragicamente un operaio

Incidente in un porto
Incidente (Facebook) YESLIFEMAGAZINE.IT

Appena avvenuto l’incidente, sul posto è arrivata l’eliambulanza del 118 che ha portato l’uomo all’ospedale di Pescara. Al momento dell’impatto era ancora in vita e c’erano speranze che si potesse salvare, ma quando è arrivato al Pronto Soccorso, è morto dopo pochi minuti. La polizia ha cercato di ricostruire quello che è successo: pare che l’uomo si trovasse su una nave appoggio della Microperi, alla banchina di riva. Successivamente sarebbe stato colpito alla testa per poi finire in mare. Insomma, per l’uomo non ci sarebbero state proprio possibilità di salvarsi: se non fosse stato colpito alla testa, ma in un altro punto del corpo, finito in mare avrebbe nuotato o avrebbe avuto comunque la forza di chiedere aiuto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Cade nel vuoto da 4 metri: grave incidente per una trapezista del Circo Orfei

Incidente muore in un porto
Incidente (Facebook) YESLIFEMAGAZINE.IT

Al momento sono in corso gli accertamenti e le indagini da parte della Capitaneria di porto, sulla dinamica ma anche sulle cause dell’incidente. Ad oggi a piangere la sua scomparsa è la famiglia, che non riesce giustamente a farsene una ragione. Gli incidenti sul lavoro sono un qualcosa di tremendamente ingiusto: nessuno dovrebbe mai rischiare la vita in un modo del genere, mentre si cerca di guadagnarsi da vivere.

Impostazioni privacy