Miriam Leone spiazza Silvia Toffanin: “Subito in sintonia” ma non è il marito

Miriam Leone oggi è stata ospite a “Verissimo” ma non era sola. Con lei l’uomo più bello ma non è il marito. Ecco le rivelazioni 

Leone e Toffanin abbraccio
Leone e Toffanin a “Verissimo” (Instagram) YESLIFEMAGAZINE.IT

Questo pomeriggio ospite del salotto di Silvia Toffanin una bellezza tutta italiana ed un vero talento del nostro cinema, Miriam Leone. A “Verissimo” la bella sicialiana non è sola ma insieme a Giacomo Gianniotti, la star di Grey’s Anatomy e oggi protagonista, proprio insieme alla Leone, del nuovo lavoro dei Manetti bros ‘Diabolik – Ginko all’attacco’.

Sono i ladri più belli, scaldri e seguiti di sempre che riportano al cinema i protagonisti di uno dei fumetti più amati. Proprio loro che non si conoscevano e non avevano mai lavorato insieme hanno raccontato come è stato il loro incontro e come hanno creato la giusta empatia sul set.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> GF Vip, Edoardo viene messo in guardia nella notte: il confronto acceso

Miriam Leone ed il rapporto con Giacomo Giannotti

Miriam Leone e Giacomo Gianniotti insieme
Miriam Leone e Giacomo Gianniotti a “Verissimo” (Instagram) YESLIFEMAGAZINE.IT

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Amici 22, l’allievo confessa quello che ha fatto: colpo di scena

Due storie diverse alle spalle ma uno stesso amore, quello per lo spettacolo ed il cinema in particolare. E’ questo quello che unisce Miriam Leone e Giacomo Giannotti che vestono i panni di Diabolik ed Eva Kant nella pellicola in uscita il 17 novembre.

“Siamo subito entrati in sintonia” ha rivelato la sicialiana parlando del suo rapporto con l’amato attore di orgini italiane. Cosa li ha uniti? L’amore per la cucina italiana ed un primo pranzo a Bologna nel quale si sono conosciuti prima di andare sul set.

Diabolik ed Eva Kant piacciono perchè anche se sono i ladri più temuti di sempre sono una coppia come tante, che litiga a casa come fanno moglie e marito nella quotidianità. “E’ stato molto divertente – ha rivelato la Leone – per un attore lavorare in un fumetto è un vero sogno”.

Entrambi gli artisti si sono raccontati con la padrona di casa: la Leone ripercorrendo la sua storia da quando è partita dalla Sicilia per rincorrere il suo sogno ed i genitori che le avevano consigliato questo percorso fino ai due nastri d’argento, in due anni, che le hanno fatto capire davvero il percorso che ha fartto e le cose belle realizzate fino ad ora.

Giacomo, dal canto suo, ha raccontato la sua storia poco conosciuta. Nato in Italia da mamma canadese, a sei anni è andato in Canada ma a 18 anni si è trasferito a Roma per entrare nello spettacolo:Andavo da Pippo Baudo nel pubblico e sognavo un giorno di stare lì ed oggi ho realizzato il mio sogno”.

Leone e Gianniotti abbraccio
Leone e Gianniotti (Instagram) YESLIFEMAGAZINE.IT

In Italia il primo approccio con lo spettacolo non è andato bene e così è tornato in Canada. Dopo il successo di Grey’s Anatomy insieme al suo team ha cercarto di inserirsi nel mondo del lavoro in Italia e questa volta è riuscito appieno nel suo intento con un ruolo di primo livello.

Impostazioni privacy